EmatologiaNews.net


News

Effetto di una singola iniezione di anticorpo monoclonale umanizzato anti-CD154 nei pazienti con porpora trombocitopenica immune

Il blocco del segnale CD40/CD154 rappresenta una potenziale strategia immunomodulatrice per le malattie mediate dalle cellule T. A ciascuno dei 5 pazienti , partecipanti allo studio, affetti da porpora trombocitopenica immune refrattaria, è stata somministrata un’unica dose di anticorpo monoclonale umanizzato contro CD 154 ( IDEC-131/E6040 ), in quantità pari a 1, 2, 5 o 10 mg/kg . I pazienti sono stati seguiti per 3 mesi. E’ stata valutata la risposta autoimmune alla glicoproteina IIb/IIIa ( GPIIb/IIIa ). Gli eventi avversi osservati sono risultati lievi e non si sono manifestate infezioni gravi o eventi tromboembolici. Non c’è stato aumento della conta piastrinica nei pazienti a cui sono state somministrate dosi di 1, 2 e 5 mg/kg ; un aumento è stato invece notato in 3 pazienti ai quali è stata somministrata una dose di 10 mg/kg. I dati dello studio indicano che la terapia di blocco CD40/CD154 è potenzialmente efficace per il trattamento della porpora trombocitopenica immune refrattaria, mediante una soppressione selettiva delle cellule T e B autoreattive agli antigeni piastrinici.( Xagena2004 ) Kuwana M, et al, Blood 2004; 103: 1229-1236